Tecar terapia (diatermia)

Lo scopo di questa nuova metodologia (Tecar) è quello di provocare una rilevante vasodilatazione all’interno dei tessuti, sfruttando, mediante l’opportuno posizionamento di placche metalliche, l’aumento di temperatura anche in strati profondi di diversi centimetri di spessore. Per questa ragione le moderne diatermie sono dotate di diverse frequenze applicative al fine di permettere di interagire con i tessuti definiti resistivi (ossa, tendini importanti, ecc…) oppure con tessuti definiti capacitivi (muscoli, tessuti molli, ecc…).

Patologie trattate dalla tecarterapia: distorsioni, borsiti, distrazioni osteoarticolari, artralgie di varia naturazione, contratture muscolari, sciatalgie e lombo sciatalgie, drenaggio, attivazione microcircolatoria.